Ministero della pubblica amministrazione

logo

    indicatore di caricamento rotante

     

       
    accesso famiglie registro
    modulistica

     

     

    Scuola Secondaria di Primo Grado in collaborazione con la Fondazione Michele Scarponi

    "Precedenza alla vita"

     “Sulla strada circola la vita di padri, madri, nonni, figli e fratelli”, “la strada è di tutti, a partire dal più fragile”, “vince chi arriva ultimo”, “la coesione del gruppo, la pratica dello sport, la fatica, la vittoria e i sogni devono essere inseguiti con determinazione e gioia”, “mettere il piede a terra”.

    Queste sono le frasi più significative con cui ha esordito Marco Scarponi (Associazione Onlus Michele Scarponi) per sensibilizzare, entusiasmare i nostri alunni e indurli al rispetto delle regole relative all’educazione stradale. È necessario impegnarsi per raggiungere un obiettivo comune: una strada senza più violenza, senza più dolore, dove ognuno possa muoversi in sicurezza, considerandola un bene comune e non una “giungla” dove vige la legge del più forte e l’indifferenza. La strada non deve essere un luogo in cui vigono la velocità, la distrazione e il non rispetto delle regole ma il luogo dell’incontro con se stessi e con il mondo. Per avere una strada accogliente per tutti, occorre migliorare l’educazione stradale, implementare l’educazione alla mobilità sostenibile, ridistribuire lo spazio stradale partendo dai più deboli (pedoni, ciclisti e disabili) e pretendendo maggiori controlli. Occorre, quindi, promuovere negli alunni la cultura della prevenzione e della sicurezza stradale, far acquisire maggior consapevolezza sui comportamenti da adottare per tutelare la salute propria e degli altri, guidare gli alunni a considerare l’educazione stradale come un aspetto fondamentale della convivenza civile.  “Abbiamo iniziato a sensibilizzare i nostri alunni… speriamo di continuare a farlo”.

    Un ringraziamento sentito a Marco Scarponi e a coloro che sono intervenuti: Vittorio Saccinto (Rose bianche sull'asfalto), Luca Panichi, Manuela Bellelli (psicologa del traffico), Mariassunta Partesotti (Polizia municipale), gli alunni coinvolti (1A, 1B, 1C, 1D, 1E, 2A, 2D, 2E e 3E), le docenti che hanno aderito al progetto Marzia Bacolini, Carla Candelora, Silvia Carbone, Tina De Biasi, Maurizia Serfilippi, Antonella Sorcinelli  e le docenti che hanno guidato i nostri alunni nei percorsi in bicicletta (Paola Ceccacci, Monika Simmerle, Antonella Mariani e Laura Savelli). 

    News in evidenza

    In primo piano

    PNSD

    SCUOLA IN CHIARO

     

     

    Dove siamo

    URP

    ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Faà di Bruno” di Marotta
    via Corfù 17 Marotta, 61037 Mondolfo ( PU )
    Tel: +39.0721969461
    PEO: psic83300p@istruzione.it
    PEC: psic83300p@pec.istruzione.it
    Cod. Mecc. psic83300p
    Cod. Fisc. 90020730413
    Fatt. Elett. UFQUUV